Su di me

The Foodie…

Ho avuto la grande fortuna di viaggiare fin da piccolissima – evitando le esperienze turistiche per gettarmi sulle più insolite. Il primo anno di elementari sono uscita per la prima volta dall’Europa e mi sono innamorata dell’Asia -e di qualsiasi posto non occidentale- per le avventure che ha da offrire. Nonostante l’entusiasmo, ero la più schizzinosa mangiatrice italiana e ho sempre rifiutato qualsiasi cibo che non fosse quello a cui ero abituata.

Anche se sono sempre la solita italiana che si rifiuta di mangiare il cibo italiano storpiato dagli stranieri, durante il mio stage in India sono stata brutalmente costretta ad adattarmi al cibo locale…e ne sono stata entusiasta.

Da allora, i miei viaggi sono diventate spedizioni alla ricerca delle abitudini culinarie locali. Mi muovo affamata del cibo più diverso e del significato culturale che mangiare ha per le diverse tradizioni che incontro. Lo ammetto, darò spesso suggerimenti per esperienze culinarie “a base vegetale”. Non sono vegana, anche se…beh, lo sono nella maggior parte dei casi. Spero davvero questo non fermi dei lettori onnivori perché cerco di scrivere cose che possano essere utili per qualsiasi buongustaio. In molti –se non tutti- i posti di cui scrivo può essere anche trovato cibo di origine animale e descrivo cose che credo semplicemente valga la pena provare – che la persona che le prova sia vegana o meno.

Naturalmente non parlo solo di cibo, ho deciso di creare questo blog per condividere quel che ritengo utile sui viaggi, dalle mie esperienze col sistema sanitario cinese agli shock culturali o alle avventure che la savana può offrire.

aboutsmall

…and the Wild

L’altro focus di ogni mio viaggio sono la natura e la fauna selvatica. Può non aver molto a che fare con i viaggi culinari ma, quando sono in Italia, sono anche volontaria in un Centro Recupero Animali Selvatici (CRAS). Lo faccio dal 2015 e ho notato che molti degli animali di cui ci occupiamo non dovrebbero essere al Centro. È solo che la gente li prende e ce li porta, senza che ce ne sia un reale bisogno e pensando che sia la cosa più giusta da fare – erroneamente.

Altri ci portano animali dopo averli curati o nutriti in modo sbagliato, compromettendo la loro riabilitazione alla libertà. Mi piacerebbe quindi parlare anche di queste esperienze, per condividere la realtà della fauna selvatica, spesso poco conosciuta, cercare di suggerire come comportarsi e raccontare le storie delle creature che tanto mi hanno colpita.

Advertisements

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: